Informazioni per gli spedizionieri qualificati

Principio

Tutti i punti di raccolta di pile e batterie hanno il diritto di ottenere che le pile e batterie raccolte, gravate dalla tassa, vengano ritirate gratuitamente da uno spedizioniere qualificato. Bisogna prestare attenzione che tutte le pile esauste sono considerate rifiuti speciali, le pile al litio e gli accumulatori al litio anche merce pericolosa. In conformità all’ordinanza sul traffico di rifiuti (OTRif), art. 6, i documenti  d’accompagnamento necessari per il trasporto devono essere emessi da voi quale azienda fornitrice (punto di raccolta). Se questo compito viene assunto dai trasportatori, questi possono richiedere un modesto importo a copertura dei loro costi.

Dei costi di trasporto risponde INOBAT. Ogni impresa di trasporto può diventare spedizioniere qualificato di pile e batterie esauste. L’unica condizione posta prevede che il trasportatore soddisfi i punti stabiliti nei fogli promemoria. I trasportatori che intendono presentare una domanda d’indennizzo a INOBAT e non sono ancora registrati, devono prima registrarsi presso INOBAT.

Campo d’applicazione per gli indennizzi per il trasporto

Gli indennizzi per il trasporto vengono versati solo per:

  • Pile e batterie portatili esauste
  • Pile e batterie industriali esauste
  • Pile e batterie per autoveicoli esauste

Per pile e batterie trasportate, esentate dalla tassa, e altre non aventi diritto all’indennizzo, non viene versato alcun indennizzo per il trasporto.

Questo riguarda:

pile e batterie al piombo esentate dalla tassa; pile e batterie al litio e sistemi ibridi per autovetture esentati dalla tassa, bus elettrici, veicoli elettrici per cantieri edili, yacht elettrici; pile e batterie provenienti da depositi di rifiuti speciali nonché pile e batterie che vengono importate allo scopo di valorizzare dei materiali.

Registrazione del trasportatore

I trasportatori che trasportano pile e batterie in conformità a quanto previsto dal foglio promemoria «Domanda d’indennizzo per il trasporto di pile e batterie esauste» e intendono presentare una domanda a INOBAT per l’indennizzo, sono tenuti a registrarsi prima presso INOBAT utilizzando il formulario riportato qui sotto.

Autorizzazione ai sensi dell’art. 8 OTRif

Trasportatori o imprese di smaltimento che depositano provvisoriamente pile e batterie esauste devono disporre di un’autorizzazione cantonale ai sensi dell’art. 8 (obbligo di autorizzazione) della OTRif. Affinché INOBAT possa successivamente versare gli indennizzi per le prestazioni di trasporto, deve disporre delle relative autorizzazioni dei rispettivi trasportatori. Vi preghiamo perciò di farci pervenire per e-mail a inobat@awo.ch o per posta una copia di questa autorizzazione.

* Campi obbligatorio

Indennizzi per il trasporto

Indennizzi per il trasporto di pile e batterie portatili

Indennizzi per il trasporto di pile e batterie al litio