Informazioni per gli spedizionieri qualificati

Principio

Tutti i punti di raccolta di pile e batterie hanno il diritto di ottenere che le pile e batterie raccolte, gravate dalla tassa, vengano ritirate gratuitamente da uno spedizioniere qualificato. Bisogna prestare attenzione che tutte le pile esauste sono considerate rifiuti speciali, le pile al litio e gli accumulatori al litio anche merce pericolosa. In conformità all’ordinanza sul traffico di rifiuti (OTRif), art. 6, i documenti  d’accompagnamento necessari per il trasporto devono essere emessi da voi quale azienda fornitrice (punto di raccolta). Se questo compito viene assunto dai trasportatori, questi possono richiedere un modesto importo a copertura dei loro costi.

Dei costi di trasporto risponde INOBAT. Ogni impresa di trasporto può diventare spedizioniere qualificato di pile e batterie esauste. L’unica condizione posta prevede che il trasportatore soddisfi i punti stabiliti nel Promemoria. I trasportatori che intendono presentare una domanda d’indennizzo a INOBAT e non sono ancora registrati, devono prima registrarsi presso INOBAT.

Downloads

Campo d’applicazione per gli indennizzi per il trasporto

Gli indennizzi per il trasporto vengono versati solo per:

  • Pile e batterie portatili esauste
  • Pile e batterie industriali esauste
  • Pile e batterie per autoveicoli esauste

Per pile e batterie trasportate, esentate dalla tassa, e altre non aventi diritto all’indennizzo, non viene versato alcun indennizzo per il trasporto. Questo riguarda:

pile e batterie al piombo esentate dalla tassa; pile e batterie al litio e sistemi ibridi per autovetture esentati dalla tassa, bus elettrici, veicoli elettrici per cantieri edili, yacht elettrici; pile e batterie provenienti da depositi di rifiuti speciali nonché pile e batterie che vengono importate allo scopo di valorizzare dei materiali.

Al modulo di indennizzo online